10 aprile 2018

Della lingua russa: i vantaggi di conoscere l'alfabeto cirillico prima di un viaggio a Mosca e a San Pietroburgo.


Baška tablet
Tavola di Baška, in alfabeto glagolitico scoperta in Croazia
Accademia delle Scienze e Arti, Zagabria
Sono in molti ancora, a credere che la lingua russa sia difficile in quanto associata ad un astruso alfabeto ideato parecchi secoli fa (855 d.C) da due dotti fratelli poi dichiarati santi, chiamati l'uno Costantino ( che in tarda età prenderà il nome di Cirillo) e l'altro Metodio. Errata convinzione questa, visto che l'alfabeto glagolitico ideato dai due fratelli nati a Tessalonica in terra greca ma in perenne cammino, ha subito nei secoli modifiche e semplificazioni  già dai tempi di Pietro il Grande (1708-1710), mentre un'altra semplificazione è avvenuta subito dopo la Rivoluzione di Ottobre e applicata poi su tutto il territorio sovietico a partire dal gennaio del 1918.

Non c'è dubbio che Cirillo in particolare fosse una persona di notevole cultura:basta pensare che oltre al greco era in grado di esprimersi usando sia i dialetti slavi, ma anche il siriaco, l'ebraico e l'arabo. Fu probabilmente dietro suggerimento del suo precettore Fozio ma soprattutto dietro precisa richiesta dell'imperatore bizantino Michele III, che egli si dedicò insieme al fratello nell'arduo compito  di evangelizzare vari popoli slavi, facendo abbandonare loro riti arcaici e credenze pagane. Per ottenere il risultato Cirillo aiutato dal fratello e da alcuni discepoli  fornirono a tali popolazioni un supporto alfabetico adatto ai loro diversi idiomi basati essenzialmente sulla lingua parlata. In realtà il progetto iniziale trovò vari ostacoli e l'idea di far leggere le Sacre scritture in lingue diverse dalle cosiddette lingue sacre (latino, ebraico e greco) venne considerata quasi un'eresia per quel tempo, tanto che alcuni seguaci dei due monaci messi in catene a Venezia, vennero poi imbarcati come schiavi. L'obiettivo tuttavia venne realizzato in tempi successivi dai discepoli di Cirillo che a partire dall'antico impero bulgaro, irradiarono tra i paesi slavi tali strumenti linguistici di pari passo con il loro credo. Tuttavia forse per ricompensare Cirillo per aver riportato a Roma le spoglie di S.Clemente, papa Adriano lo accolse festosamente e consentì addirittura che venisse officiata una funzione con questa "nuova lingua" in S.Maria Maggiore. 
Non molto tempo dopo Cirillo a soli 42 anni moriva :si trovava a Roma ed era il 14 febbraio dell'anno 869. Metodio morirà molti anni dopo  nell'885.
Non vi è dubbio che quella che a prima vista era da considerare essenzialmente un'opera di evangelizzazione, si tramutò nel tempo in una rivoluzione linguistica sociale che consentì l'amalgamarsi di popoli e di culture assai diverse, ma soprattutto permise di raccogliere storie e cronache dei tempi passati ma anche miti e leggende che altrimenti sarebbero andate perdute con il susseguirsi delle generazioni.


Monumento dedicato a Cirillo e Metodio a Mosca (Kitaj-Gorad)
Basterebbe andare alla ricerca delle numerose statue monumentali erette in memoria dei fratelli Cirillo e Metodio , per comprendere oggi la valenza simbolica che tali personaggi hanno avuto nella cultura di numerose popolazioni. Ne troverete a Sofia, a Praga, a Kiev e a Odessa. 
Poi ancora a Pasargik in Bulgaria, ben sei ne sono state erette nella Repubblica Ceca, in particolare nella regione Moravia; due monumenti si trovano nella Repubblica di Macedonia. Nel territorio russo se ne contano ben sei , sparse tra Mosca, Murmansk, Kolomna, Saransk nella repubblica di Mordovia . L'ultima l'abbiamo scoperta a Khanty Mansiisk capitale nell'omonimo territorio autonomo.

Quello che forse pochi sanno è che Cirillo e Metodio sono stati sepolti a Roma presso la basilica di San Clemente. Ad essere pignoli, dei resti di Cirillo nella cappella a lui dedicata c'è rimasta una porzione assai esigua delle reliquie , ritrovate dopo molti sforzi dai padri Domenicani irlandesi che si occupano della gestione dell'antica basilica romana. Se ci si trova invece in qualcuno dei territori sopra indicati il 24 del mese di maggio si potrà partecipare ad una festività assai originale con cerimonie assai diverse che alcuni definiscono come festa dell'alfabeto cirillico. Cirillo e Metodio hanno poi un'altra qualità straordinaria: sembrano unire chiese e religioni diverse, essendo festeggiati pur se in giorni diversi da cattolici, ortodossi, luterani ed anglicani. A completamento del nostro breve excursus andrebbe citato l'evento del 1980, allorquando il pontefice Paolo II elevò Cirillo e Metodio a "compatrioti d'Europa" (insieme a S.Benedetto da Norcia) definendoli "anelli di congiunzione tra i popoli .. la cui opera ha contribuito nel creare un ponte spirituale tra tradizione occidentale ed orientale".
Tornando al presente sarà bene rammentare che la lingua russa ed il suo alfabeto è impiegato dai 138.000.000 di abitanti della Federazione Russa ma se si comprendono tutti gli utilizzatori nel mondo si arriva alla cifra di 265.026.130 .Se vi interessano le lingue, esplorate con calma, dopo aver letto questo post , le pagine del sito di Ethnologue dove tra l'altro troverete che oggi le lingue parlate nel mondo sono 7.097 ma che solo nel territorio di Papua Nuova Guinea si utilizzano ben 841 lingue e non manca la nota dolente: un terzo delle lingue sono a rischio di estinzione.

Per coloro che per ragioni e motivazioni diverse intendono recarsi non nella babele di Papua Nuova Guinea ma in luoghi dove si usa principalmente la lingua russa e l'alfabeto cirillico, il nostro suggerimento è di dedicare qualche ora al giorno nelle settimane che precedono la data di partenza per riuscire a decifrare poi sul posto nomi di strade, indicazioni per musei e ristoranti, tabelle dei mezzi di trasporto e direzioni all'interno delle metropolitane benchè ormai sia d'uso comune lo speaker in lingua inglese. Qui a destra una comune insegna in corsivo cirillico di un classico negozio di generi alimentari. Solo la "O" e la "K" mantengono la dizione italiana.


Con un po' di impegno si riuscirà ad individuare a San Pietroburgo, in una piazzetta dotata di bella fontana un bel monumento dedicato a Nikolaj Michajlovič Prževal'skij, intrepido esploratore con gli stessi baffoni di Stalin ma dotato anche di cammello.Si potrà anche individuare in uno dei tanti cimiteri e necropoli divenuti musei, qualche personaggio di una certa fama, specie se si intende andare alla ricerca di letterati come Turgenev o di poeti come Blok e l' Akhmatova (a Kamarovo verso il Golfo di Finlandia). Non mancano certo i grandi compositori russsi (cercate a titolo di esercizio la tomba di Mussorgsky nel cimitero Tichvin a San Pietroburgo...) ma potrete cimentarvi anche con ballerine,(Shelest) matematici (Eulero)o  valenti architetti italiani (Trezzini e Karl Rossi). Dovrete tuttavia armarvi di pazienza per poter individuare nel monastero Donskoj a Mosca, qualche decabrista giustiziato o l'autore di Arcipelago Gulag: Alexandr Solzhenitsin. Più facile è trovare a San Pietroburgo la gigantesca figura di Lomonosov uno degli scienziati emeriti dell'Accademia delle Scienze Russe e poi forse per caso vi capiterà di leggere il breve epitaffio di uno dei tanti caduti  sepolti nei luoghi più impensati - tra i boschi , in prossimità di laghi e giardini, in molte località russe.Mentre camminate osserverete delle scritte assai colorate: si tratta della cosiddetta Asphalt Reclam, efficace e poco costosa. Provate a decifrarne qualcuna, fotografatela e poi traducetela quando sarete a casa. Gli smartphone possono darvi una mano !


Targa stradale a San Pietroburgo...per veri esperti
 Ma come vedrete negli esempi che vi abbiamo preparato, occorre un po' di impegno e purtroppo c'è chi preferisce usare il corsivo, chi ama i ghirigori barocchi e chi obbligato dalle misure standard ama semplificare contando sul fatto che i cittadini - non certo i turisti, sanno bene come interpretare quella targa a prima vista illeggibile.
Di seguito troverete alcuni link selezionati per approfondire il tema della lingua russa e del suo alfabeto; anche You tube offre molto materiale su questo tema: selezionate quello che si addice alle vostre necessità.
Potreste iniziare con il corso di Anna:
https://youtu.be/SHQeuNlcbVI
Questi alcuni link per approfondire o scoprire qualche curiosità sull'argomento:
-alfabeto cirillico
-alfabeto russo con fonetica
-il cirillico salvato da Stalin
-Il viale dei Glagoliti a Hum : un'escursione in territorio Croato alla scoperta della cittadina più piccola al mondo e di un viale assai inusuale con monumenti dalle forme dell'alfabeto glagolitico.
-Il cirillico nelle Repubbliche post sovietiche


Nessun commento:

Posta un commento

Invia un commento sul post